La guerra era finita.
Nessun sopravvissuto.
Noi eravamo finiti, neanche iniziati.
Consapevolezze di fiele.
E ora guardami.
“E quando avrai finito,
tra miliardi di anni,
tra le ere dei nostri sguardi,
io sarò ancora qui, in piedi.
Ad aspettarti.”


Sara Mascia, 17.



«Se sai aspettare, l’amore torna.»

Oggi ho superato il limite.
La mia barra della pazienza è terminata.
Non sopporto più nulla, alla minima stronzata scoppio.
Ma, sapete, che si offendano pure.
A me non interessa più.

“Se sai aspettare, l’amore torna. E se torna, resta.”

Da “Il riflesso sbiadito delle nuvole” , Sara Mascia (via solosilviapunto)

Dopo più di un anno le cose sono cambiate.
Credo di essere cambiata principalmente io.
Avevo bisogno di ritrovarmi, amarmi e vivermi un po’.
Da qua i nomi delle tracce della nuova playlist.
Avevo bisogno di riscoprirmi, come donna, come Sara.
Da questo il rosa, dopo tanto azzurro, tante nuvole e pensieri.
Rosa e fiori come certezze, come la vecchia me fragile e la nuova me sorprendentemente viva.
Sono sempre io. Amo ancora tanto Marco.
Ma amo anche me. E voglio trovare un posto in cui sentirmi leggera, a mio agio, sempre.
E per questo devo ringraziare C, mia madre e Marco, che mi hanno sopportata tanto. Vi voglio bene, ti amo.
E quindi eccomi qua, senza essere coperta dal velo di sicurezze che avevo creato, ecco solo Sara un po’ meno adolescente.
Ed ecco la parte di me che non ho paura di mostrare.
Eccomi, nuova e sempre la stessa e - prometto - più presente.
Un abbraccio.
Sara

sonounordinariodisastro sussurra: Ti volevo ringraziare di cuore. Solo leggendo il tuo blog mi sento meglio. Nelle tue parole mi ritrovo tantissimo. In qualche modo sei riuscita a dar voce ad alcuni dei miei pensieri piu profondi. Grazie perchè per metito tuo non mi sento piu sola ♥

Ho scoperto di possedere un cuore immutabile, fisso nei sentimenti e nei tormenti.

Anonimo sussurra: Ho appena trovato il tuo blog, ho appena letto un po' di ciò che scrivi, non mi era mai successo per una cosa del genere, ma ho pianto.

amoladisney sussurra: Non ho parole per descrivere la sensazione che provo a leggere le tue parole, a leggere te. Sono incantata dal tuo blog. Mi rendi felice.

Esiste un pensiero che non condivido con la maggior parte degli utenti di questo social.
Siete convinti che l’amore vi riconosca al primo sguardo, che vi prenda con se e non vi lasci più.
Pensate che esistano persone infallibili nate per salvare le anime perse, persone come i protagonisti dei libri, dei film strappalacrime.
Sappiate che se vi è mai capitata una cosa simile, siete quella rarissima eccezione alla regola.
Il vostro amore è umano.
E da umano può sbagliare, andarsene, ferirvi.
Sta a voi cedere ai compromessi, perdonare, ferire a vostra volta.
L’amore non è perfetto, e non deve neppure esserlo.
E allora perché demoralizzare una persona che sogna ancora in un ritorno, in un ritrovarsi, definendo “cazzate” le sue speranze, perché ferirla così?
Perché ferire voi stessi, negandovi tutto in cerca della perfezione?
La bellezza dell’amore sta nei suoi difetti.
Sta nelle scuse, in un timoroso “mi manchi”, in un bacio timido e tremolante che magari non è perfetto, ma vostro.
L’amore sta nelle cose che non sopportate di lui/lei, sta negli attimi che vivete assieme, nonostante i litigi, per l’affetto.
L’amore sta soprattutto in voi, nei vostri sogni e progetti.
Che si dovrebbero adeguare per due, non copiare, plasmare.
L’amore si fa in due.
Due umani imperfetti, ma complementari.

abbracciarci sussurra: proclamiamo al mondo che Sara Mascia è la miglior scrittrice del mondo.

«A volte bisognerebbe solo avere qualcuno accanto, che - dolcemente, senza creare il minimo rumore o spostamento d’aria - ci abbracci e si prenda le nostre emozioni, le nostre angosce e paure»

lenostremanichetremavano sussurra: Sei di una bellezza che affascina, che non stanca, senza tempo, come le tue parole.

©